Strumenti per disegnare in digitale

Ciao sono Giorgio Pozzi (o forse farei bene a dire Gioppo) e in questo articolo ti spiegherò quali sono, a mio parere, i migliori strumenti per disegnare in digitale.

Rimani aggiornato su tecnologia e scienza facilmente!
Iscriviti subito al gruppo Facebook Tecnologia portami via!

L’evoluzione della tecnologia ha portato alla realizzazione di dispositivi che integrano degli strumenti hardware e software sempre più sofisticati, quindi oggi disegnare in digitale richiede un piccolo investimento, ma offre numerosi vantaggi. Ovviamente com questo non intendo dire che il disegno digitale è migliore di quello tradizionale, ma che se uno intende scegliere avrà oggi più motivazioni che in passato per rivolgersi al digitale.

Vediamo una selezione di quelli che a mio parere sono i migliori strumenti per disegnare in digitale.

iPad Pro o iPad con Apple Pencil

Il tablet professionale di Apple è lo strumento che utilizzo di più per il disegno digitale. Apple Pencil restituisce una esperienza d’uso eccellente che ricalca perfettamente quella della matita sulla carta se utilizzate una pellicola specifica per lo schermo. Se stai cercando un dispositivo per disegnare comodamente e con prestazioni al top, questo è quello che ti consiglio. (Se vuoi sapere di più su iPad, Se non sai che iPad scegliere)

Quali software posso usare in questo caso?

Per disegnare ti consiglio senza dubbio Procreate (di cui ho già parlato qui) e Affinity Photo e Affinity Designer. Sono entrambi software che costano una tantum (nell’ordine della decina-ventina di euro l’uno). Ci sono poi una infinità di applicazioni per usi più specifici (come Clip Studio Paint) o per aggiungere effetti o realizzare animazioni e filmati con le vostre opere. Se conosci Adobe Photoshop, ora è disponibile in abbonamento anche su iPad, ma è ancora molto acerbo. Con lo stesso abbonamento ricevi anche Adobe Fresco, un’app per disegnare piuttosto valida. Entrambe queste applicazioni sono comprese nel piano completo della Creative Cloud.

Display interattivo collegato a un Mac

Se trovi limitato il software disponibile per iPad potresti avere la necessità di utilizzare un personal computer più tradizionale.
Le vie di mezzo come i trasformabili e cose del genere di solito hanno problemi di prestazioni e di surriscaldamento con le applicazioni professionali. Anche per questo ti consiglio di procurarti un Mac (al top per sicurezza, stabilità e prestazioni) associato a uno schermo interattivo. (Se vuoi saperne di più sul Mac, Se non sai che Mac scegliere)

Quale display interattivo?

La marca più nota è Wacom, e generalmente offre buoni prodotti, ma non offre un gran supporto e rilascia i driver aggiornati con poca frequenza (Ho una Wacom Cintiq 27″ e non sono molto soddisfatto).
Sul mercato si trovano prodotti analoghi di marchi minori come XP-Pen, Acepen, Huion, tutti marchi che non conosco per esperienza diretta, ma di cui ho sentito parlare discretamente. Quando scegli un display interattivo assicurati che sia sensibile alla pressione e che sia in grado di mostrare i colori Adobe RGB per non avere brutte sorprese a lavoro finito.

Puoi anche usare iPad come schermo aggiuntivo per Mac, i Mac recenti integrano questa funzione a livello nativo, altrimenti puoi rivolgerti a delle applicazioni dedicate come AstroPad Studio e Luna Display. Quindi iPad può esserti utile in due modi differenti.

Quali software posso usare in questo caso?

Su Mac i programmi più potenti e versatili sono Adobe Photoshop e Illustrator, disponibili in abbonamento, ma potresti preferire soluzioni più economiche, con pagamento una tantum, come Affinity Photo e Affinity Designer, oppure software che si concentrano sulla simulazione della pittura come Corel Painter. Anche in questo caso la scelta è davvero molto vasta ma, a parte alcuni contesti specifici, credo di averti segnalato gli strumenti più validi. Se usi iPad come schermo, ovviamente a questi si aggiungono tutte le app citate prima.

Conclusioni

Credo che per disegnare in digitale nel migliore dei modi convenga rimanere su prodotti Apple, per non perdere tempo in inutili problematiche e non avere problemi di sicurezza o prestazioni. Tra l’altro Apple Pencil su iPad Pro attualmente non ha rivali dal punto di vista tecnico. A proposito di software va fatta una scelta sul tipo di applicazioni che si vogliono usare, se quelle da tablet o da personal computer. Bisogna anche scegliere tra un abbonamento per i prodotti Adobe, e i pagamenti una tantum per altri strumenti comunque molto validi. Le opzioni sono davvero tante, ma a mio parere conviene puntare su iPad ed eventualmente affiancarlo a un Mac in un secondo momento, e poi cercare i software più adatti per ogni tipo di lavoro che vorrete realizzare.

Fonti: Apple, App Store, Wacom, Amazon, XP-Pen, Acepen, Huion, Sidecar, AstroPad, Affinity, Adobe, Corel

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.