tutto quello che devi sapere sul Mac

Ciao sono Giorgio Pozzi e in questo approfondimento ti spiegherò tutto quello che devi sapere sul Mac. Questo non sarà un articolo pieno di numeri e dati tecnici, in questo caso non servono, parlerà piuttosto delle caratteristiche del prodotto in generale.

Breve storia

Il Mac non è nato con Apple, ma nei primi anni 80 da uno dei team di Apple che stava sviluppando il progetto di Steve Jobs per un computer che potesse essere personale. Mac è diminutivo di Macintosh, il nome del primo vero e proprio personal computer con interfaccia grafica e mouse, che Apple presentò nel 1984. Da allora le cose sono cambiate molto e Apple ha anche passato un bruttissimo periodo, ma oggi le cose vanno alla grande e Apple offre Mac consumer e professionali sia da scrivania che portatili.

Se non sai quale Mac fa al caso tuo segui questa guida.

Alla base di ogni Mac c’è l’idea che ogni computer deve essere personale, intuitivo, stabile e che debba essere di supporto al proprio utente e incoraggiarlo a esprimere la propria creatività.

Punti di forza

Hardware di prim’ordine

I Mac sono equipaggiati con il migliore hardware presente sul mercato per quella tipologia di cliente. Chiaramente Apple avendo un numero volutamente limitato di prodotti fa delle scelte per i suoi clienti, quindi non avremo libertà assoluta nel comporre un nuovo Mac, ma le macchine proposte sono sempre bilanciate e pensate per uno specifico pubblico,

Integrazione hardware e software

Apple si occupa sia dell’hardware sia del software (realizzato su solide basi Open Source). Questo permette anche di creare servizi che sono fruibili da tutti i dispositivi in modo ottimizzato. L’ottimizzazione del software per i singoli Mac offre vantaggi prestazionali e di funzionalità che difficilmente troviamo negli altri marchi del settore tecnologico. Questo è uno dei più grandi punti di forza di Apple.

Software semplice e intuitivo

Il sistema operativo dei Mac si chiama macOS ed è una esclusiva dei Mac, non può quindi essere installato su altri personal computer. È senza dubbio il più intuitivo sulla piazza e rende facile gestire ogni aspetto del computer grazie alla sua interfaccia grafica. Senza dubbio gli utenti più esperti di Windows potranno sentirsi limitati perché per rendere l’interfaccia semplice, Apple ha dovuto scegliere cosa mostrare e cosa no, e quindi qualche opzione o funzione potrà essere nascosta ai più, ma questo per la stragrande maggioranza degli utenti non è un problema, e comunque le basi Unix del sistema offrono un controllo estremo a tutti coloro che sanno usare un terminale Linux.

Software protetto

Anche un utente alle prime armi non riesce a fare grossi danni su Mac. Le parti importanti del sistema sono nascoste e protette da modifica, quindi puoi sperimentare senza troppi problemi, se fai pasticci potrai sicuramente rimediare in modo semplice dall’interfaccia grafica. Al massimo ti potrà servire una guida o una dritta di un amico più esperto.

Stabilità

I Mac sono fatti per stare sempre accesi. Puoi farli andare in stop per risparmiare energia quando non li usi, ma non hai mai bisogno di spegnerli. Anche i portatili basta chiuderli e portarli via, non vanno spenti, vanno automaticamente in stop quando chiudi il coperchio. Questo si traduce in tanto tempo risparmiato per l’utente e nella comodità di avere sempre il computer pronto.

Applicazioni professionali

Il Mac si è subito distinto nel desktop publishing e nella grafica al punto che per certi settori ha un vantaggio competitivo che i competitor non sono mai riusciti a colmare. Visto il successo della piattaforma, ormai tutti i software più blasonati sono disponibili anche per Mac, anzi, il Mac può vantarsi di svariate esclusive di tutto rispetto.

Compatibilità

Un vantaggio considerevole dei Mac è che possono far funzionare tutti i più famosi sistemi operativi sia virtualizzati (quindi funzionanti assieme) che in modo nativo. Per Windows in particolare, il Mac integra una utility che crea una partizione per il sistema operativo Microsoft in modo che all’avvio si possa scegliere con che sistema operativo partire.

Privacy

Un vantaggio importante derivante dal fatto che Apple vende anche hardware è il fatto che non ha la necessità di realizzare un modello di business che necessiti della profilazione dei suoi utenti (come invece fa Google ad esempio). Questo significa che prodotti e i servizi non saranno gratuiti, ma che le nostre informazioni personali non saranno rivendute a terzi per sostenere l’impresa.

Sicurezza

Apple si è sempre distinta per la sua politica di sicurezza e infatti non ha mai avuto un reale problema di virus come invece ad esempio è stato per Windows. In pratica non circolano virus per Mac, esistono ma sono pochissimi e non sono un problema. Esistono anche diversi malaware, in generale molto facili da rimuovere, ma se l’utente è sufficientemente attento, non prenderà neanche quelli. Infatti non è assolutamente necessario dotare un Mac di antivirus (a meno che non sia un Mac di lavoro ma quella è una ragione squisitamente burocratica).

Backup dei dati principali

Quando avviate il vostro primo Mac create il vostro Apple ID, ovvero la vostra identità in Apple. Da questo momento i vostri contatti, calendari, promemoria, note, messaggi, dati sanitari, di pagamento, le password e volendo anche i dati veri e propri saranno salvati criptati sulla nuvola di Apple (ovviamente è tutto configurabile e non c’è niente di obbligatorio). Questo renderà recuperabili i vostri dati in caso di furto o problema hardware.

Garanzia

La garanzia di Apple è mondiale e quindi protegge il tuo Mac ovunque tu sia nel mondo, puoi rivolgerti negli Apple Store, oppure chiamare al telefono. L’assistenza Apple è riconosciuta come una delle migliori al mondo e, in caso di difetti conclamati e riconosciuti al prodotto, garantisce una riparazione gratuita anche ad anni di distanza dall’acquisto. Per abbattere i costi di riparazione esiste una estensione della garanzia chiamata AppleCare e un prodotto assicurativo chiamato AppleCare+ che copre anche i danni accidentali.

Punti di debolezza

Costo

Apple non vende computer vecchi o con prestazioni scadenti per tenere bassi i prezzi come fanno tanti competitor, questo si traduce in un costo d’ingresso al mondo Mac mediamente alto. Tra l’altro i Mac usati si svalutano molto più lentamente dei PC quindi anche l’usato non è necessariamente una soluzione, per ammortizzare la spesa è meglio pensare a un acquisto a rate.

Costi di riparazione

I Mac di solito possono essere operativi anche più di dieci anni, ma i problemi possono capitare. Se il vostro Mac ha un problema hardware sono dolori a meno che il problema non sia dovuto a un difetto conosciuto per cui è prevista una riparazione gratuita. I portatili in particolare sono talmente integrati da richiedere la sostituzione di mezzo computer in caso di pezzi da cambiare. Per questo Apple Care è interessante.

Bisogna abituarsi

L’interfaccia grafica del Mac è stata la prima interfaccia grafica in un personal computer commerciale, quando arrivò, su Windows si usava ancora il DOS. Il primo Windows con una interfaccia grafica decente arriverà quasi dieci anni dopo. Da allora sia macOS che Windows sono cambiati molto e, anche se certe cose sono rimaste tutto sommato simili, tante altre sono cambiate al punto da rendere i due sistemi piuttosto diversi. Chi viene da Windows dovrà necessariamente adattarsi (sarebbe vero anche per il procedimento opposto) e questo richiederà un po’ di tempo. È sempre bene cominciare a documentarsi con un po’ di anticipo e, soprattutto, non aspettarsi che sia tutto uguale.

App che gestiscono documenti

Alcuni programmi di Apple tendono a gestire i documenti al posto degli utenti (iTunes, Foto…), questo consente di risparmiare una valanga di tempo ma è fastidioso per tutti quegli utenti abituati a perdere un sacco di tempo a tenere i documenti in ordine nelle cartelline. Anche in questo caso è necessario abituarsi e non tutti ne sono felici.

Ecosistema nel bene e nel male

I prodotti Apple sono tutti collegati, condividono dati, servizi, funzioni, e spesso sono utili uno all’altro. Per questo motivo chi comincia comprando prodotti Apple poi di solito tende a scartare quasi a priori i dispositivi della concorrenza, perché obiettivamente non possono competere con quelli di Apple considerando i prodotti che si possiedono già. Allo stesso modo comprare un Mac quando intorno si hanno solo prodotti di altri marchi può esporci a qualche limitazione fastidiosa e indipendente dal dispositivo in sé.

Alcune guide

Piccola guida per far funzionare al meglio il Mac

È meglio iPad Pro o un Mac

Come configurare e usare Apple Pay

Come scopro che sistema operativo è installato sul Mac

Come formattare una chiavetta su Mac

Codificare un disco esterno su Mac

Se non riesci a codificare un disco esterno

Come fare il backup su Mac?

Come fare manutenzione di base El Capitan e successiviprecedenti

Come unire i PDF su Mac

Come funziona AirDrop

Aggiungere i canali RAI a EyeTV

Come creare una chiavetta avviabile di MacOS Sierra

Tutto quello che devi sapere su AirPlay 2

Come fare uno screenshot su Mac

Come formattare il Mac

Come controllare e ottimizzare il WiFi su Mac

Come scrivere su dischi NTFS su Mac

Come personalizzare le icone su Mac

Meglio un Mac Intel o un Mac ARM?

Conclusioni

Abbiamo visto tutte le cose di base che devi sapere del Mac: i principali punti di forza e di debolezza. Spero che questo approfondimento possa esserti utile. Se sei curioso di sapere quale Mac potrebbe fare al caso tuo ho un articolo che può esserti utile. Per qualsiasi cosa contattami pure o lascia un commento.

Fonti: Apple, Apple, Wikipedia e altre

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.