Ciao sono Giorgio Pozzi e in questa guida ti spiegherò come fare manutenzione su Mac in modo piuttosto approfondito con i tool di Apple e con quelli di terzi.

Premesse

Nota1: Se avete dubbi fermatevi e chiedete a un amico, un tecnico, cercate su google o scrivetemi. 
Nota2: Leggete tutta la guida prima di procedere. Non mi assumo alcuna responsabilità per eventuali problemi che potrebbero emergere seguendo la guida.
Nota4: Attenzione! Inizializzare = formattare, i dati contenuti nel disco andranno cancellati, fatelo solo su dischi vuoti o spostate prima il contenuto!

Il macOS fa molto da solo

macOS FinderPartiamo da una premessa importante. Se lasciate il vostro Mac sempre acceso (o al limite in stop), lui si adopera per funzionare al meglio con diverse strategie. Ci sono degli script che vengono eseguiti a intervalli regolari (di solito di notte) per mantenere in ordine il Mac, inoltre il sistema operativo è sempre pronto per ricevere da Apple indicazioni su eventuali software dannosi o aggiornamenti di sicurezza (che in base alle tue preferenze possono essere installati anche automaticamente). Un intervento da parte dell’utente diventa quindi necessario solo di rado, in caso si verifichi qualche strano malfunzionamento.

Utility disco su macOS

Utility Disco

Il macOS integra un tool che vi permette di fare una veloce manutenzione e un controllo al disco. Si chiama Utility Disco e negli anni è stata semplificata più e più volte, al punto da poter fare veramente poco, in ogni caso spesso è sufficiente, quindi è di solito la prima cosa che si consiglia.

Cercate l’applicazione con Spotlight o nella cartella Applicazioni/Utility.
Nella finestra di Utility disco selezionate il disco interno del Mac (sulla sinistra) e poi cliccate su SOS (sulla destra). Il computer eseguirà il controllo e le riparazioni che riterrà necessarie. Terminata la procedura riavviate il Mac.

Questo uso dell’utility è tuttavia limitato dal fatto che le azioni eseguibili sul disco di avvio sono poche, quindi in certi casi si consiglia di utilizzare la Partizione di Ripristino o una chiavetta avviabile per ottenere più risultati o effettuare riparazioni del disco altrimenti impossibili.

Utility Disco da partizione di ripristino o da chiavetta avviabile.

Avviate il Mac dalla partizione di ripristino o dalla chiavetta avviabile (per realizzarla e superare eventuali problemi leggi qui) e, terminato il riavvio, selezionate Utility Disco dagli strumenti elencati.
In questo caso dovete fare particolare attenzione perché una distrazione potrebbe causare la cancellazione del disco interno o di un disco collegato al Mac, quindi seguite le istruzioni e nel dubbio fermatevi.

Nella finestra di Utility disco selezionate il disco interno del Mac (sulla sinistra) e poi cliccate su SOS (sulla destra). Il computer eseguirà il controllo e le riparazioni che riterrà necessarie. Terminata la procedura riavviate il Mac.

Maintenance e Onyx

Maintenance

Maintenance di Titanium Software è una utility donationware che esegue differenti task di manutenzione e pulizia del computer e delle sue applicazioni. Basta installarlo, autorizzarlo e aprirlo alla bisogna. Non occupa risorse ed è molto leggero.

La prima volta che si apre sarà necessario autorizzarlo, visto che è una cosa un po’ particolare, vi scrivo i passaggi per farlo:

  1. andate in Preferenze di Sistema/Sicurezza e Privacy,
  2. sbloccate il pannello cliccando sul lucchetto e inserendo le credenziali,
  3. cliccate il tab Privacy,
  4. cercate nell’elenco di sinistra “Accesso completo al disco“,
  5. mettete la spunta di fianco al nome Maintenance sulla destra.

In questo modo il software sarà in grado di fare tutte le azioni necessarie. Dovrete chiudere e riaprire Maintenance perché cominci a funzionare correttamente. A quel punto troverete tutte le azioni elencate e potrete decidere se disattivarne alcune o attivarne altre. Quando avrete deciso, cliccate su Esegui per far partire la manutenzione. A seconda delle funzioni selezionate cambierà sensibilmente il tempo necessario a completare il tutto.
Dopo la manutenzione dovrete riavviare il Mac.

Onyx

Onyx è una versione estesa di Maintenance che permette, oltre ad accedere ai tool di manutenzione,  anche di personalizzare alcune caratteristiche del sistema operativo senza dover utilizzare complessi comandi da terminale. Ha praticamente la stessa interfaccia di Maintenance e anch’esso va autorizzato in modo analogo all’avvio.
Non mi dilungo perché potete approfondire nella recensione.

Malwarebytes Mac

Malwarebytes

Malwarebytes per Mac è una utility che scova malware che potrebbero essersi insediati nel vostro computer in una vostra navigazione poco accorta. Nella versione gratuita permette di trovare e rimuovere eventuali software malevoli presenti sul computer. Anche se la situazione su Mac non è neanche lontanamente paragonabile a quella di Windows, è utile per stanare alcuni spyware fastidiosi che riescono ad installarsi assieme a plugin o applicazioni di provenienza poco ortodossa.

L’uso di questo software è davvero molto semplice. È sufficiente premere Avvia Scansione e attendere. Se vengono trovati malware potrebbe essere necessario riavviare il Mac per completare la rimozione.

Se volete, potete anche attivare la versione a pagamento che offre qualcosa in più, ma non è affatto necessario.

CCleaner

CCleaner

CCleaner per Mac è una applicazione che riunisce vari strumenti di pulizia che potrebbero esservi utili per eliminare alcuni documenti che il Mac potrebbe non riuscire a eliminare correttamente se non riesce mai a fare i suoi script di manutenzione. L’ho inserita perché è considerata valida, ma se avete usato le applicazioni consigliate fino a qui, probabilmente potete farne a meno.

L’uso di questo software è molto semplice. Per fare manutenzione è sufficiente premere Avvia Pulizia e attendere.

Se volete, potete anche attivare la versione a pagamento che offre qualcosa in più, ma non è affatto necessario.

Conclusioni

Abbiamo visto come fare manutenzione su Mac, una manutenzione approfondita (non di base come questa o questa) che controlla lo stato del disco, che sistema alcuni componenti che possono essersi corrotti, che verifica non ci siano intrusi e che rimuove il pattume che potrebbe essersi accumulato. Se tutto questo non risolve i vostri problemi allora dovrete ricorrere a qualcosa di più radicale (come una formattazione) o affrontare una problematica hardware affidandosi a un Centro Assistenza Autorizzato.

Fonti: Titanium Software, Malwarebytes, CCleaner, Apple

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.