Come cancellare "Altro" su Mac

Ciao sono Giorgio Pozzi e in questa guida ti spiegherò come cancellare o almeno ridurre la voce “Altro” su Mac.

Rimani aggiornato su tecnologia e scienza facilmente!
Iscriviti subito al gruppo Facebook Tecnologia portami via!

Se hai un Mac con un piccolo hard disk e stai cercando di fare pulizia, scommetto che nei vari strumenti presenti nel macOS ti sei già imbattuto nella vaga etichetta “Altro“. Tutto normale, purtroppo quel software non è molto chiaro, vediamo quindi come orientarci e rimuovere quello che non serve.

Dove trovo la voce “Altro”?

Per sapere nei dettagli quanto spazio libero hai e da cosa è occupato vai nel menu mela in alto a sinistra e scegli “Informazioni su questo Mac“. Si aprirà una finestra dove dovrai cliccare su “Archiviazione“. Attendendo un po’ avrai un dettaglio di cosa occupa spazio sul tuo disco e con tutta probabilità troverai anche la fatidica voce “Altro“.

La voce Altro su MacQueste voci sono molto poco precise, se vuoi migliorare la situazione clicca su “Gestisci” e aspetta che il sistema ti snoccioli dati più precisi.

La finestra che si apre con “Gestisci” presenta una serie di voci sulla sinistra che suddividono i documenti per tipo, ma non in modo così chiaro, ad esempio in “Documenti” potresti trovare anche documenti che sono su iCloud Drive che però ha una sua voce a parte. Inoltre alcune voci non danno un vero accesso ai relativi documenti. Tuttavia lo strumento è utile per una prima occhiata.

Cosa compone la voce “Altro”?

L’etichetta “Altro” è un contenitore generico per tanti tipi di file, come i PDF e i documenti di testo, i documenti temporanei e la cache dei vari programmi, installer e immagini disco, plugin delle applicazioni e altro. Visto l’alto numero di contenuti è normale che la voce cresca parecchio di dimensioni, finendo per spaventare l’utente che non sa cosa sia.

Come cancellare “Altro” su Mac?

Per svuotare la voce Altro il più possibile è necessario fare una manutenzione particolare.
La strategia più veloce che mi sento di consigliarti è di appoggiarti a un software specializzato in manutenzione e pulizia che rimuova automaticamente tutto quello che può essere buttato senza problemi. La rimozione manuale infatti porta via molto tempo, richiede un po’ di manualità e comunque ti espone al rischio di qualche pasticcio. Vediamo comunque tutto quanto.

1) Passa Onyx (Gratis)

Scaricalo nella versione dedicata al sistema operativo installato (come sapere qual’è) e, dopo aver fatto backup di tutti i tuoi documenti (come si fa un backup), avvialo. Eliminerà un sacco di cache, registri ed elementi temporanei che vanno a ingrossare le fila della voce “Altro”.

Di solito questo è sufficiente, ma se vuoi svuotare il più possibile puoi proseguire.

1B) Svuota manualmente la Cache

Se non vuoi o non puoi passare Onyx puoi almeno svuotare in modo manuale la cache del tuo Mac.
Per farlo devi visitare la cartella Home/Library/Caches.
Per arrivarci, nel Finder, clicca nel menu “Vai” tenendo premuto Alt e scegli “Libreria”, poi segui il percorso appena indicato (ovvero clicca su Caches).

2) Elimina o completa i backup

Se hai attivato Time Machine ma da tempo non fai completare il backup, probabilmente sul Mac ci saranno delle istantanee temporanee che il sistema ha salvato sul disco in attesa di trasferire il tutto nel backup. Se fai eseguire il backup queste verranno eliminate.

Se hai mai fatto il backup di iPhone e/o iPad sul Mac questo occupa sicuramente molto posto. Puoi eliminarlo nelle impostazioni di iTunes o direttamente in Home/Library/Application Support/MobileSync/Backup/ (per arrivarci, nel Finder, clicca nel menu “Vai” tenendo premuto Alt e scegli “Libreria”, poi segui il percorso appena indicato).

3) Elimina i download

Cliccando in una finestra del Finder sulla scritta Download puoi andare a rimuovere tutti quei documenti che hai scaricato ma che poi non ti servono più, ad esempio gli installer di alcune app, o dei documenti che hai già usato e puoi eliminare.

4) Controlla con gli strumenti del macOS

Dopo una pulizia automatica, potresti dare una occhiata manualmente ai documenti che sono rimasti per vedere se puoi eliminare qualcosa. Non è detto, ma spesso dimentichiamo cartelle di documenti ormai inutili.

5) Rimuovi i plugin e le estensioni dei browser

I browser supportano tante estensioni e plugin che se installati senza pensieri possono diventare molto ingombranti, tuttavia per l’utente medio in questo modo si può recuperare poco spazio.

Safari:

  • Apri Safari;
  • Clicca Preferenze;
  • Clicca Estensioni;
  • Seleziona l’estensione che non serve e fai clic su “Disinstalla” per rimuoverla.

Chrome:

  • Apri Chrome;
  • Fai clic sull’icona dei tre punti in alto a destra;
  • Fai clic su Altri strumenti / Estensioni;
  • Rimuovi l’estensione che non serve.

Firefox:

  • Apri Firefox
  • Clicca sul menu in alto a destra
  • Scegli i componenti aggiuntivi
  • Dalle schede Estensioni e Plugin, rimuovi tutto ciò che non serve.

6) Riavvia

A volte un riavvio può liberare spazio se il Mac è acceso da tanto tempo con programmi impegnativi e documenti di grandi dimensioni, quindi prova anche questa carta.

Conclusioni

Abbiamo visto come cancellare “Altro” su Mac senza diventare matti. Onyx dovrebbe bastare, ma se non basta ci sono tante altre cose che puoi fare. Non arriverai davvero a zero visto che la voce comprende anche i PDF e i .doc, ma potresti ridurre lo spazio occupato in modo importante, in quel caso ti consiglio di ripetere questa particolare manutenzione in modo regolare.

Fonti: MacBlogger

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.