Nuovi campioni di Luna da studiare

Nuovi campioni di Luna da studiare

Ciao sono Giorgio Pozzi e in questo articolo ti parlerò dei nuovi campioni di Luna da studiare. Li ha riportati a terra la missione Chang’e-5.

Rimani aggiornato su tecnologia e scienza facilmente!
Iscriviti subito al gruppo Facebook Tecnologia portami via!

Chang'e 5La Luna è sempre più vicina. Dopo le scoperte sull’acqua lunare e mentre si prepara la missione Artemis della NASA che mira a riportare l’Umanità sul nostro satellite (e poi su Marte), una missione cinese Chang’e-5 è andata a raccogliere nuovi campioni del suolo lunare.

La missione della CNSA, iniziata il 23 novembre scorso, ha mandato sul nostro satellite un piccolo robot che ha raccolto ben due chili di preziosissimi campioni di suolo lunare e poi li ha lanciati verso la Terra. Per realizzare tutto ciò la CNSA ha costruito un orbiter, un lander e un modulo di ascesa.

Una missione complessa

In sostanza, in seguito al lancio, l’orbiter ha raggiunto la Luna e ha sganciato lander e modulo di ascesa sulla sua superficie. In circa due giorni terrestri, il lander ha raccolto i campioni dal Mons Rümker – una regione nell’Oceano delle Tempeste (Oceanus Procellarum). A questo punto il lander ha mandato il prezioso carico verso l’orbiter grazie al modulo di ascesa. Recuperato il carico, l’orbiter è tornato a Terra. La capsula è atterrata fra le nevi nel distretto di Siziwang, in Mongolia (come previsto) ed è stata subito portata a Pechino per essere aperta in sicurezza e studiata in modo approfondito.

L’Agenzia spaziale europea ha dato supporto alla Cina nelle fasi finali della missione, coordinando la localizzazione telemetrica della capsula contenente i campioni con l’agenzia spaziale nazionale cinese. Il ritrovamento è avvenuto in meno di mezz’ora.

Conclusioni

Dopo gli Stati Uniti e l’ex Unione Sovietica, la Cina è il terzo paese a recuperare campioni dal nostro satellite e ora sulla luna c’è anche un lander cinese con una speciale bandiera rossa a cinque stelle.

Fonte: INAF