Scrivere bene per un blog

Ciao sono Giorgio Pozzi e in questo breve articolo sulla scrittura ti fornirò alcune dritte su come scrivere bene per un blog.

Rimani aggiornato su tecnologia e scienza facilmente!
Iscriviti subito al gruppo Facebook Tecnologia portami via!

Anche se da tempo i social network sono diventati la piattaforma per eccellenza di tanti navigatori, non si prestano affatto all’approfondimento degli argomenti, per questa missione ci sono strumenti migliori, come ad esempio i cari vecchi blog. Scrivere per un blog non è però una cosa banale. Scrivere bene per un blog richiede l’apprendimento di un metodo specifico per creare contenuti adeguati alla piattaforma e ai suoi fruitori.
In questo articolo non mi occuperò di SEO (ottimizzazione per i motori di ricerca), ma di alcune abitudini che ho imparato e che penso che vadano seguite nella stesura di un buon articolo.

Definisci l’obiettivo

Quando ti appresti a scrivere un articolo per un blog devi avere già in mente a chi ti stai rivolgendo e con quale scopo e tono intendi farlo. Ovviamente se il blog è già avviato questo è più semplice perché puoi prendere spunto dagli altri articoli già pubblicati e che hanno avuto più successo. Se il blog è nuovo la faccenda è più delicata e si lega anche a un importante lavoro di SEO, che non è possibile approfondire qui, che è importante fare prima di cominciare a scrivere seriamente. Stringendo, concentrati sul tipo di navigatore che potresti soddisfare coi tuoi contenuti e valuta gli argomenti e come vuoi rivolgerti al lettore (in modo amicale, burocratico, divertente…). Una volta che queste cose ti saranno chiare potrai partire scrivendo in modo più efficace e senza rischiare di disorientare il lettore.

Trova un titolo

La scelta del titolo è un momento critico perché devi riuscire ad arrivare al succo del discorso in poche parole e devi farlo con parole comprensibili ai tuoi visitatori e che non risultino ingannevoli o fuorvianti. Cerca di pensare a come i visitatori cercherebbero il contenuto del tuo articolo nei motori di ricerca, questo ti aiuterà a trovare soluzioni più efficaci anche in chiave SEO. In questo caso la semplicità di solito aiuta, ma non ci sono regole, soprattutto se il tuo articolo è artistico. Tutto dipende dal tuo obiettivo iniziale.

Paragrafi e sottotitoli

All’interno del corpo del tuo articolo devi adottare alcune strategie per agevolare la lettura ai tuoi visitatori. Purtroppo le visite sono molto veloci e spesso superficiali (non tutte!), quindi è importante organizzare spazialmente in testo. Quando scrivi, dividi sempre il testo in paragrafi tematici e dai un titolo a ogni paragrafo. In questo modo creerai delle sottosezioni che permettono ai navigatori di muoversi in modo molto rapido nel contenuto e ti rendono più efficace. All’interno dei paragrafi, cerca di evitare frasi troppo complesse e i lunghi incisi. Cerca di essere conciso e semplice.

Grassetto e corsivo

Per agevolare anche i lettori più pigri e attirare la loro attenzione nei punti più importanti del testo, è opportuno usare in modo coerente il grassetto e il corsivo. In particolare ti consiglio di grassettare frasi o parole chiave del testo in modo da rendere chiaro ai visitatori dove guardare per quella specifica informazione. Non c’è una regola specifica su come usare grassetto e corsivo, ma è importante che tu sia coerente con gli altri articoli del blog. Alcuni ad esempio grassettano le singole parole chiave, altri le frasi che le contengono, altri ancora grassettano le singole parole in modo da creare una sorta di lettura accelerata. L’importante è la coerenza.

Immagini

Visto che anche l’occhio vuole la sua parte, ti conviene aggiungere una o più immagini, opportunamente compresse, all’interno del blog. Le immagini attirano l’attenzione e rendono la lettura più piacevole. Se sei capace e ha senso per l’argomento, puoi anche creare dei grafici o delle infografiche per comunicare meglio i contenuti del tuo articolo. In certi casi può bastare anche solo una immagine, in altri casi invece sono opportune più immagini, anche in questo caso non c’è una ricetta per tutti, cerca solo di essere più chiaro possibile per i tuoi visitatori.

Fonti

Se parli di un argomento attingendo a delle fonti esterne devi sempre citarle per essere più autorevole e credibile. Ad esempio se citi una notizia all’interno di un discorso devi aggiungere tra parentesi la fonte, oppure puoi indicarla in fondo alla pagina in una sezione apposita. Questo da una rilevanza molto diversa ai tuoi contenuti. Il fatto di avere un collegamento diretto con la fonte del tuo contenuto (e quindi esporti a un confronto), ti spingerà inoltre ad essere più creativo per aggiungere valore al tuo contenuto e questo non potrà che migliorarlo.

Rilettura

I refusi fanno pensare a un lavoro frettoloso e di bassa qualità, quindi rischiano di  danneggiare la tua credibilità. Rileggi sempre più volte il tuo articolo per eliminarli. Alcuni a monitor non vedono gli errori e stampano quanto hanno scritto per procedere alla correzione, altri non ne hanno bisogno e devono solo prendersi una pausa per poi correggere il tutto. Sviluppa il tuo metodo per rimuovere tutti gli errori o almeno avvicinarti il più possibile a questo obiettivo.

Conclusioni

Abbiamo visto quelle che secondo me sono le più importanti abitudini da prendere per scrivere bene per un blog. Non abbiamo parlato della SEO, quello è un discorso più complesso ma che ovviamente è rilevante, (sicuramente vorrai che i navigatori facciano poca fatica a trovarti). Ti consiglio di approfondire questi argomenti, c’è davvero tanto da imparare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.