Tutto quello che devi sapere degli Apple Glasses

Ciao sono Giorgio Pozzi e in questo articolo ti dirò tutto quello che devi sapere su Apple Glasses, ovvero gli occhiali smart di Apple (non è detto che il nome finale del prodotto sarà questo, ma è abbastanza probabile).

Realtà aumentata

Apple, da anni, investe davvero molto sulla realtà aumentata (AR da Agumented Reality), ovvero l’immersione di oggetti virtuali nella realtà. Questa tecnologia promette di trasformare gradualmente ma in modo potenzialmente rivoluzionario il nostro modo di interagire con gli oggetti virtuali. Se immaginiamo un dispositivo dedicato a questo tipo di tecnologia, la mente non può che andare agli occhiali. Infatti un paio di occhiali all’avanguardia può aggiungere a ciò che vediamo la proiezione di oggetti virtuali e di una interfaccia. Proprio come faremmo guardando l’interfaccia dell’app Fotocamera su iPhone.

Apple e la realtà aumentata fino ad oggi

Su iPhone e iPad abbiamo già potuto conoscere alcune potenzialità della realtà aumentata. Apple ha infatti realizzato ARKit un tool sfruttato dagli sviluppatori per realizzare videogiochi e applicazioni che sfruttano questa tecnologia. Gli ultimi modelli di iPad sono stati anche equipaggiati con dei potenti LIDAR, che si vocifera arriveranno anche su iPhone, quindi anche dal punto di vista dei sensori si stanno facendo importanti passi avanti. Manca un dispositivo specifico.

Applicazioni dell’AR

Nei Keynote di Apple abbiamo scoperto diversi videogiochi giocabili su un tavolo, ma ci sono anche applicazioni più pratiche: ad esempio l’app di IKEA che permette di vedere i mobili nel loro ambiente prima di acquistarli, oppure le applicazioni che permettono di misurare gli oggetti semplicemente inquadrandoli, o dei navigatori che proiettano le indicazioni direttamente sull’immagine della strada da seguire. Insomma, quello della realtà aumentata è un campo tutto da esplorare, che deve ancora crescere e che senza dubbio può cambiare molto il nostro modo di fruire dei prodotti e dei servizi digitali sui nuovi dispositivi post-PC.

Google Glasses

Quando si parla di dispositivi votati alla realtà aumentata, bisogna riconoscere a Google il primato. È stata infatti Google che per prima ha investito per la realizzazione di Smart Glasses degni di questo nome, anche se senza troppo successo. I Google Glasses erano scomodi e facevano venire mal di testa, inoltre venivano visti con molto sospetto per via delle telecamere, anche perché erano molto visibili e riconoscibili.

Attualmente sono sul mercato con la versione Enterprise Edition 2, un prodotto non più destinato all’elettronica di consumo (anche se può comprarli chiunque), ma sviluppato per alcuni ambiti lavorativi come per quelle situazioni in cui è importante il supporto remoto e per alcune forze dell’ordine.
Google quest’anno ha acquistato North, una startup specializzata in smart glasses, quindi si attendono notizie su una nuova e migliore versione di Google Glasses nati da questa acquisizione.

Altri occhiali smart

Gli occhiali che si sono fatti notare per le loro funzioni smart sono pochi.
Citiamo a Focals di North (come si diceva, acquisita da poco da Google), e gli Spectacles by Snapchat.
Non è molto, ma è un segno che comunque il mercato è interessato a questo tipo di dispositivi.

Apple Glasses

Da indiscrezioni, dal codice e dalle immagini contenute nei vari sistemi operativi, dalle startup acquisite negli ultimi anni e dai brevetti (trovate tutto, in inglese sulla fonte MacRumors in fondo alla pagina), sappiamo che Apple sta lavorando da anni a un suo visore AR con almeno un centinaio di dipendenti dedicati solo allo sviluppo di questo prodotto. Si vocifera che entro il 2022 potrebbe arrivare sul mercato la prima versione del prodotto intorno ai 500 dollari.

Gli Apple Glasses dovrebbero sembrare dei semplicissimi occhiali, ma con la possibilità di mostrare sulle lenti (forse anche graduate) l’interfaccia e i contenuti virtuali. Questi contenuti sarebbero immersi nello spazio reale grazie ad appositi sensori. Il sistema operativo di questo prodotto dovrebbe essere un parente stretto di iOS e chiamarsi rOS (r di reality).

Ci sono conferme anche del fatto che Apple non stia trascurando la realtà virtuale e stia sviluppando e testando anche un vero e proprio Headset AR/VR simile all’Oculus Quest VR ma appunto con funzionalità anche AR. Ovviamente non sappiamo se poi entrambi i progetti arriveranno sul mercato e con quali tempistiche.

Conclusioni

Abbiamo visto che la realtà aumentata sta rendendo gli smart glasses dei prodotti sempre più interessanti per il mercato, sicuramente Apple dirà la sua anche in questo settore appena la tecnologia sarà pronta. Forse c’è ancora un po’ da aspettare, ma forse qualche novità potrebbe arrivare anche questo 15 settembre. In occasione del prossimo evento Apple è infatti stato spedito un invito con una grafica disponibile anche in versione AR, che significhi qualcosa?

Fonti: MacRumors Punto informatico HardwareUpgrade

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.