Quando il MagSafe lo avevano i MacBook

Quando il MagSafe lo avevano i MacBook

Ciao sono Giorgio Pozzi e oggi ti parlerò di quando il MagSafe lo avevano i MacBook.

Rimani aggiornato su tecnologia e scienza facilmente!
Iscriviti subito al gruppo Facebook Tecnologia portami via!

Oggi il nome MagSafe lo conosciamo perché Apple ha chiamato così il connettore di ricarica magnetica di iPhone 12. Ma in realtà Apple ha usato lo stesso nome per anni, per un connettore analogo per i MacBook e MacBook Pro.

L’arrivo del primo MagSafe

Il 10 gennaio 2006 il primo MagSafe fece il suo esordio nei MacBook Pro, ma presto sbarcò anche nei MacBook e nel 2012 addirittura sul MacBook Air (nella seconda versione). La prima versione fu realizzata anche a L, mentre la seconda fu sensibilmente rimpicciolita.

Il vantaggio principale del connettore MagSafe era la sicurezza. Infatti nel caso il cavo fosse stato accidentalmente tirato si sganciava invece di trascinare a terra il portatile, tuttavia i vantaggi non erano solo questi. I ganci magnetici rendevano l’attacco molto comodo, ed essendo simmetrici permettevano di usarlo senza doverlo girare in un modo specifico. Un altro vantaggio era anche il led integrato, presente su entrambi i lati, che segnalava se la carica era in corso o era completata.

L’abbandono

Nel 2015, con l’uscita dei MacBook 12″ con una sola porta USB-C il MagSafe ha cominciato ad andare in pensione, rimosso da tutti i portatili negli anni successivi, a favore delle porte USB-C e Thunderbolt, straordinariamente versatili e potenti.
La scelta, sicuramente ragionata, ha fatto storcere il naso a molti utenti, tanto che in molti hanno commercializzato varie alternative che “ripristinano” la ricarica magnetica per i MacBook che ne sono sprovvisti.

Una nuova strada

A ottobre 2020 il MagSafe arriva su iPhone 12, un connettore di ricarica rivoluzionario (in ambito mobile) che apre una nuova porta ai magneti in Apple per ottimizzare la ricarica senza fili in attesa del definitivo abbandono della porta Lightning (atteso per i prossimi anni).
Non sappiamo se questo possa suggerire che potrebbe tornare anche su Mac, ma non è impossibile e il lancio del primo MacBook ARM potrebbe essere una buona occasione per introdurre questa bella funzionalità.

Se vuoi sapere tutto sui Mac clicca qui

Se vuoi leggere altre storie su Apple clicca qui

Fonti: Wikipedia MacTracker