Nintendo Switch

Ciao sono Giorgio Pozzi e in questo approfondimento ti dirò cosa ne penso di Nintendo Switch.

Non parlo spesso di videogiochi, ma questa volta mi è sembrato doveroso.

Tanto di cappello per Nintendo che cerca di uscire dal disastro di Wii U giocandosi il tutto per tutto (o quasi) con una console innovativa che sfida anche le app videoludiche, senza rinunciare allo stile Nintendo.
È una console sola, ma è divisa in più parti: un tablet, due controller “Joy-Con” e un dock.

Il tablet touchscreen è il cuore della console.
I “Joy-Con” sono speciali controller sganciabili.
Il dock è una base di ricarica che rimane collegata alla tv e può ospitare il tablet per potenziarlo e proiettare il gioco sul televisore.

L’idea nuova

Nintendo Switch nasce infatti come console da salotto… con qualcosa in più. È possibile appoggiarla o rimuoverla dal dock in qualsiasi momento, quindi si può cominciare a giocare sul televisore e poi proseguire in mobilità, per poi tornare sul televisore appena possibile. Di fatto è una console con una potenza notevole (più della precedente Wii U, ma meno delle console da salotto avversarie) che potete portarvi dietro durante tutta la giornata.

Autonomia

A causa della potenza, l’autonomia di gioco è di 3 ore, ma per ricaricarla è sufficiente un cavetto USB-C. Questo significa che potrete avere sempre con voi la vostra console da salotto.

Una risposta alla minaccia del mondo mobile

Nintendo ha capito che nell’era delle app iOS e Android, la portabilità di una console su cui girano i titoli più blasonati e pensata per rendere il massimo sul televisore di casa, è un valore aggiunto enorme.

Il rapporto con i Nintendo 3DS e 2DS

Realizzare un prodotto ibrido è però anche un azzardo che rischia di cannibalizzare le vendite delle console da salotto e quelle portatili. Se il problema non esiste per il fallimentare Wii U, la faccenda è scottante per un prodotto redditizio come il 3DS. Probabilmente anche per questo Nintendo non ha previsto alcuna compatibilità con i giochi delle altre due.
Switch è qualcosa di nuovo che offre un buon compromesso tra le due console ai clienti di una o dell’altra.

Controller sempre all’avanguardia

Meritano un approfondimento i controller “Joy-Con”, una sintesi incredibile di tutta l’esperienza di Nintendo nei controller e nei sensori. Infatti i “Joy-Con” possono funzionare agganciati al tablet, collegati tra loro o anche separatamente (se il gioco è compatibile) e integrano dei sensori (motion control indipendente, amiibo reader, tasto per la cattura di foto e successivamente anche video.
Il destro ha anche un CameraIR in grado di misurare distanza e riconoscere la forma di un oggetto davanti al controller, e un nuovo straordinario sistema di vibrazione ad alta definizione che aumenta molto il realismo.

Nintendo Switch: una nuova sintesi

Nintendo Switch sembra quindi prendere il meglio dell’hardware ma anche del software di Wii, WiiU e 3DS, e di unirlo in una console da salotto più aggressiva delle precedenti perché più versatile e in qualche modo rivoluzionaria. Un oggetto che ti segue agevolmente e dà il massimo in ogni contesto si decida di usarlo.

Un roster di titoli che richiederà pazienza

Le note “dolenti” riguardano i titoli in arrivo. Wii U è stato un grosso passo falso, quindi al di fuori di Nintendo c’è molta prudenza e gli annunci si stanno facendo attendere.
Comunque i titoli più importanti sono già in calendario (The Legend of Zelda Brest of the wild sarà disponibile al lancio il 3 marzo, Super Mario Odissey, Mario Kart e altri arriveranno più avanti) e qualcuno al di fuori di Nintendo si è già fatto avanti (addirittura Skyrim).
È quindi probabile che la situazione migliorerà in modo importante nei prossimi mesi, anche perché dalla presentazione ufficiale c’è davvero molto fermento.

Conclusioni

Nintendo Switch sembra avere le carte in regola per spingere all’acquisto almeno gli appassionati Nintendo e i tanti casual gamers abituati a giocare in mobilità con smartphone e tablet.
Il suo successo in un mercato già occupato anche da Playstation e Xbox, è però legato anche alla disponibilità di titoli di sviluppatori indipendenti da Nintendo; quindi è difficile valutare ora se avrà davvero successo.
Sembra comunque assai improbabile un flop come quello di Wii U.
Puoi trovare più informazioni su Nintendo Switch a questo indirizzo.

Aggiornamenti

2017

18 gennaio: le prenotazioni negli stati uniti sono sold-out, l’attenzione attorno alla console sta aumentando moltissimo.  Purtroppo è confermato che al lancio non ci sarà alcun supporto per Netflix (o altre app multimediali).
Skylanders Imaginator si potrà giocare in un nuovo modo che permetterà di archiviare nella console fino a 300 personaggi (in modo analogo a quello che si è già visto su 3DS)

20 gennaio: Team Zoink ha rilasciato un tweet che lascia pochi dubbi in merito all’arrivo di Zombie Vikings anche su Nintendo Switch.

21 gennaio: un tweet subito ritirato mostrava la foto di The Binding of Isaac: Afterbirth+, Cave Story e 1001 Spikes di Nicalis che dovrebbero essere disponibili al lancio. Si attendono conferme ufficiali.

23 gennaio: Masachika Kawata ha dichiarato che al momento non ci sono piani per portare Resident Evil su Switch. Aspetteranno di vedere che successo ha al lancio. – Arthur Parsons, Head of Design di TT Games ha confermato che LegoWorld uscirà anche per Nintendo Switch.

24 gennaio: finalmente trapelano video sul touchscreen di Switch che appare fluido e con eccellenti tempi di risposta.
Il gioco Racing Apex che doveva esordire su WiiU ma poi era sparito a causa del flop della console nintendo, è confermato per Switch.

25 gennaio: nei primi tre weekend di febbraio sarà possibile provare gratuitamente la console (con tutti i giochi annunciati alla conferenza di presentazione) a Milano, in Via Solferino 40. – In Svezia le prenotazioni di Nintendo Switch hanno superato le vendite di Playstation 4 al lancio.

26 gennaioI boss di casa Tomorrow Corporation hanno annunciato che World of Goo, Little Inferno e Human Resource Machine saranno disponibili fin dal primo giorno di lancio.

1 febbraio: Tatsumi Kimishima di Nintendo ha dichiarato che attualmente sono in sviluppo oltre 100 giochi per Nintendo Switch prodotti da più di 70 software house. Ha inoltre rassicurato che il 3DS rimarrà la console portatile di Nintendo e vedrà arrivare tanti nuovi giochi ancora non annunciati.

2018

9 agosto: Il successo di Nintendo Switch è ormai conclamato. È già arrivata una versione aggiornata (che chiude una falla che permetteva il jailbreack della console).
Sul fronte dei videogiochi, tra gli altri, sono attesi titoli del calibro di Super Smarsh Bros Ultimate, Mario Party, la nuova generazione di titoli Pokemon e il nuovo Metroid Prime. Grandioso!

2019

Il 20 settembre è stata presentata Nintendo Switch Lite, una versione di switch esclusivamente portatile e senza i controller sganciabili.

Fonte: Nintendo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.