A cosa serve HomePod

Ciao sono Giorgio Pozzi e in questo approfondimento ti spiegherò a cosa serve HomePod.

HomePod mini è arrivato in Italia quindi è arrivato il momento di scoprire a cosa può servire. Vediamolo assieme.

Ascoltare musica

Il primo HomePod era nato per dare il massimo sul fronte della musica, ma anche il mini, con il suo audio computazionale non scherza affatto. È stato pensato per riprodurre nativamente la musica di Apple Music richiamandola direttamente con l’assistente vocale Siri, ma in realtà può riprodurre tutto ciò che puoi fare partire manualmente dal tuo iPhone proprio come una cassa esterna (ma bisogna avere un dispositivo Apple, non è una tradizionale cassa bluetooth). Adesso può anche essere utilizzato come altoparlante per Apple TV.

Controllare la smarthome

Grazie all’integrazione con Siri, HomePod e HomePod mini sono degli ottimi smartspeaker. Quando dici “Hey Siri” ascoltano ogni tuo comando, quindi potrai accendere e spegnere le luci smart, controllare il termostato, le tapparelle… tutto quello che hai reso smart con dispositivi Homekit oltre alla Apple TV. Ad alcuni questo potrebbe non bastare e allora gli consiglio di installarsi Homebridge in un Raspberry e integrare ulteriori dispositivi per smartphone di base non supportati.

Automatizzare e controllare da remoto

Se avete un HomePod o HomePod mini in casa potete impostare delle interessanti automazioni (ad esempio che facciano accendere qualche luce di cortesia al tramonto, o che spengano le luci quando non c’è nessuno in casa). Inoltre potrete controllare tutti i vostri dispositivi smart tramite l’app Casa anche se siete lontani, collegati a un’altra rete e dell’altra parte del mondo (particolarmente utile per le telecamere).

Comunicare

Grazie alla presenza di vari HomePod in casa è possibile comunicare con altri membri dell’abitazione con la funzione interfono che è disponibile anche sui dispositivi Apple, oppure fare un annuncio che venga riprodotto ovunque. È possibile usare HomePod anche per messaggiare o chiamare i propri contatti attraverso il vostro iPhone, o come microfono e altoparlante per una chiamata già iniziata, proprio come alternativa al classico vivavoce o agli auricolari.

Interagire con i dati di iCloud

Grazie a Siri potete usare HomePod anche per aggiungere promemoria, appuntamenti sul calendario… HomePod non è ancora in grado di riconoscere le voci in italiano, quindi dovrete attivare questa opzione che di base è disattivata di default per motivi di privacy. In sostanza, potete attivare “richieste personali” nelle impostazioni del vostro HomePod (nell’app Casa) per rendere Siri su HomePod utile come quella su iPhone.

Accedere a informazioni

Come ogni Assistente intelligente, anche Siri permette di accedere ad alcune informazioni direttamente da HomePod. A esempio potrete chiedere che tempo farà nei prossimi giorni, quanti sono gli abitanti di una data città, ecc… tutto quello che normalmente potete chiedere anche a Siri sul vostro iPhone. I risultati in questo caso non sono il massimo (in questo Google è il più ferrato), ma Siri non è nata per questo, è solo una funzione accessoria.

Conclusioni

Abbiamo visto assieme a cosa serve HomePod. Si può vivere senza? Assolutamente. Eppure se comincerete a usarlo poi ne sentirete la mancanza, soprattutto per quel che riguarda la casa smart alla quale ci si abitua molto velocemente. Un grande vantaggio di questo prodotto rispetto ai concorrenti è il rispetto della vostra privacy, perché Apple non ha interesse ad ascoltare i vostri comandi per proporvi pubblicità o vendervi chissà quali prodotti in base alle vostre preferenze.

Tutto quello che vuoi sapere di HomePod

Fonte: Apple

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.