come scrivere su NTFS su Mac

Ciao sono Giorgio Pozzi e in questa guida ti spiegherò come scrivere su dischi NTFS con il Mac e senza spendere un soldo.

Un vecchio problema

Come abbiamo visto nell’articolo sulla personalizzazione delle icone, scrivere direttamente su supporti formattati in NTFS non è possibile su Mac senza installare un programma apposito. Di per sé il sistema operativo di Apple può solo leggere il contenuto di un disco NTFS, non scriverlo. Soprattutto chi lavora in un ambiente misto Mac/Windows potrebbe considerare questo un problema. Vediamo i due modi per risolverlo.

Creare una rete locale mista

Se il disco NTFS sul quale volete scrivere è collegato a un PC Windows in rete locale, potete condividere da Windows il disco e accedervi da Mac grazie alla rete. In questo caso il Mac potrà tranquillamente scrivere anche su quel disco perché la rete, mediando tra i due computer, delegherà Windows alla scrittura sul disco.

Se invece avete la necessità di scrivere sul disco NTFS direttamente collegato al Mac è necessario un software specifico.

Installare un software specifico

Di software che risolvono questo problema ce ne sono vari, alcuni gratuiti e altri a pagamento. Il più famoso è sicuramente Paragon Microsoft NTFS for Mac (costa 20€), ma in questa guida vi parlerò di FUSE for macOS che è completamente gratuito.

Cos’è FUSE for macOS

FUSE è una interfaccia software per i sistemi operativi Unix e Unix-like. È stato creato per Linux e poi portato su altri sistemi Unix-like. Nel 2007 Google ha rilasciato un port per Mac OS X come open source che permetteva al Mac di scrivere anche dischi formattati NTFS. Nel 2011 è diventato osxfuse e in seguito FUSE for macOS. Nel 2019 in seguito a numerose difficoltà ha abbandonato la sua vocazione open source diventando closed source.

Closed source per necessità

Benjamin Fleischer, maintainer del progetto, ha spiegato al sito TheRegister di avere cominciato a lavorare su FUSE nel 2011. Da allora FUSE per macOS è stato sempre più usato da grandi aziende di internet, inclusi provider di cloud storage, infrastrutture as-a-service e anche social network. Il problema è che Fleischer è sempre rimasto l’unico a occuparsi gratuitamente del progetto, nonostante tutte queste realtà ne traessero grande giovamento. Nel maggio del 2016 Fleisher chiese sostegno per potersi dedicare appieno al progetto, ma senza alcun riscontro. Fleischer in seguito contattò direttamente le numerose aziende che lo sfruttavano, incassando davvero pochissimi riscontri.

Fleischer, decise quindi di non rendere più disponibile il codice sorgente e di modificare la tipologia di licenza usata. Da luglio 2019 la versione 3.10 di FUSE for macOS (con supporto per macOS Catalina) ha una nuova licenza meno permissiva che richiede la specifica autorizzazione scritta per offrire in bundle FUSE con software commerciale.
Molto del codice sorgente di FUSE for macOS è rilasciata secondo la licenza BSD, ma ad esempio libfuse è rilasciata secondo la licenza LGPL.

In sostanza FUSE sarà sempre gratuito per uso non commerciale ma adesso non è più possibile utilizzare librerie LGPL anche all’interno di programmi a codice chiuso. Chi sfrutta FUSE for macOS non potrà più fare finta di niente.

Installare FUSE for macOS

L’installazione richiede la password di amministrazione e il riavvio del Mac.
Attenzione! Procedi con cautela, declino ogni responsabilità per eventuali danni o problemi causati dall’installazione dei seguenti software.

  1. Scarica da questa pagina l’ultima versione stabile di FUSE for OSX contenuta nell’immagine disco osxfuse.dmg. 
  2. Apri il .dmg e cercate il disco virtuale che si sarà caricato nella Scrivania e l’installer che contiene.
  3. Avvia l’installer. e alla fine dell’installazione Riavvia.

Purtroppo molte cose sono cambiate nel tempo e ora l’installazione delle librerie NTFS-3G è piuttosto laboriosa (in passato era semplicemente un altro installer da avviare e basta), per la procedura di installazione di NTFS-3G ti rimando alla fantastica guida (aggiornata) di OlioDiPalmas su OpenSlime.

Dopo aver completato anche la seconda installazione e un nuovo riavvio, tutto dovrebbe funzionare.
Troverai una nuova icona nelle Preferenze di Sistema, da cui potrai configurare, aggiornare e rimuovere (da un apposito tasto e/o cliccando col tasto destro sulla icona da rimuovere) tutto quello che hai installato.

fuse for macos preferenzaConclusioni

Abbiamo visto come scrivere su dischi NTFS con il Mac. La rete è senza dubbio la soluzione più comoda, ma anche se dovete accedere al disco direttamente al Mac ci sono ben due soluzioni di cui una completamente gratuita.

Fonti: Macity GitHub Paragon OpenSlime

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.