I miei consigli sulla smart home

Ciao sono Giorgio Pozzi e in questo approfondimento raccolgo i miei consigli per la Smart Home.

Questi consigli sono il risultato dell’esperienza che ho maturato personalmente da quando in Italia sono arrivati i primi dispositivi Homekit e poi con l’arrivo dei principali Smart Speaker. Spero che questo articolo possa esservi utile. Ho inserito un link a ogni prodotto presente su Amazon. Se volete supportarmi, e avete intenzione di comprare uno di questi prodotti, passate per quel link. Grazie!

Smart Home invece di Domotica, perché?

La Smart Home ( o casa intelligente ) permette di trasformare la nostra casa con dispositivi accessibili e senza i costi e le complicazioni della domotica più tradizionale; è quindi molto più accessibile e legata ai tanti prodotti che stanno emergendo all’ombra degli ambienti software realizzati dai più grandi colossi del Web.
Questo vuol dire più scelta, possibilità di procedere gradualmente e senza la necessità di coinvolgere un’impresa per l’installazione.

La scelta dell’ecosistema software

Per cominciare, è importante essere consci del fatto che l’ambiente software che decidiamo di adottare, sarà determinante rispetto ai prodotti che potremo integrare facilmente nella nostra casa. Inoltre, le nostre scelte saranno almeno in parte determinate da cosa possediamo già.
Ad esempio se sei un utente Apple, hai già Siri e la compatibilità con l’ecosistema di prodotti Homekit, ma questo non significa che tu non possa utilizzare Alexa o Google Assistant (con qualche limite).
Se invece hai Android, sei già compatibile con Google Assistant e Home, ma con qualche limite potrai usare Alexa (Siri invece no).

La mia scelta

Io ovviamente ho fatto una mia scelta, e anche in base ad essa, ho raccolto i miei consigli.
Parlando di assistenti vocali, io ho optato per Siri + Alexa, quindi la mia casa è prevalentemente Homekit, ma gestibile da Alexa che si interfaccia anche a dispositivi che non sono compatibili con Homekit.

Perché Homekit?

Sono utente Apple e usavo Siri anche prima di intraprendere questo viaggio, inoltre homekit è una piattaforma per la smart home bella, stabile, e probabilmente la più sicura.

Perché Alexa?

Alexa è veloce e compatibile anche se un po’ legnosa nella comprensione (bisogna essere precisi coi comandi).
L’ho messa a confronto con Google Home, ma ho scelto Alexa perché (a mio parere) gli smart speaker di casa non sono qualcosa di personale, ma uno strumento di tutti per musica e smart home. Devono sentire bene, suonare bene, ed eseguire i comandi in fretta, in questo Alexa è una spanna sopra. Google invece punta a una interazione più personale con l’integrazione ai dati dei servizi Google e alle ricerche online, questo a me non interessava (anzi poteva essere un bel pasticcio).

Cosa rendere intelligente?

Ho fatto una scelta anche su cosa rendere smart. Non ho percorso tutte le strade possibili. Vediamo insieme cosa ho trovato. Non andrò troppo nel dettaglio per ogni prodotto, questa non vuole essere una guida, se sarà necessario scriverò altri articoli in proposito.

Le luci

Ecosistema Philips Hue

Grazie al loro hub, sono compatibili con i tre principali assistenti vocali e integrano tantissime funzioni e accessori. Ad esempio si può scegliere cosa devono fare in caso sia saltata la luce (devono riaccendersi appena possibile oppure no?), si può automatizzare il loro funzionamento in base all’ora o alla nostra posizione.
Ci sono anche rilevatori di movimento e pulsanti smart. Le luci, disponibili in diversi formati (anche da esterno), non costano poco, ma sono di qualità e sono disponibili sia in bianco, sia a colori.

Sono decisamente le mie lampadine smart preferite e quelle che consiglierei a chiunque!
Per approfondire clicca qui.

Eccovi alcuni interessanti prodotti Philips:
Per chi comincia i Kit che includono il Bridge (obbligatorio per la gestione completa delle luci):

Ovviamente al di là dei kit ci sono poi le lampadine, le strisce led e i faretti venduti in pacchetti o singolarmente. Qui sotto metto solo una selezione dei prodotti disponibili.

Una cosa molto utile dell’ecosistema Philips Hue sono gli accessori per controllare le lampadine, ovvero vari tipi di pulsanti e sensori. Chi in casa ha interruttori Vimar Plana può usare dei pulsanti domotici intelligenti per controllare le luci, che non richiedono nemmeno di essere alimentati.:

Le singole lampade WiFi di LIFX.

Se volete delle luci più luminose (e costose ) delle Philips Hue, potete scoprire le LIFX che funzionano senza hub (sono wifi). Alcune emettono anche un’illuminazione a infrarossi che rende più nitide le riprese notturne delle telecamere, una funzione notevole che mi ha convinto a comprarne una.
Anche le LIFX si controllano da tutti i principali assistenti smart.
Io le ho prese per la telecamera notturna e mi hanno soddisfatto, consigliate!

Eccovi alcuni interessanti prodotti LIFX:

Le economiche VOCOlinc

Cito questo marchio perché offre lampadine economiche e una striscia led anche in versione impermeabile, quindi adatta anche all’esterno, molto più accessibile (€€) di quella Philips. Ci sono anche altre lampadine che però non ho provato. Tutto funzionante con Siri, Alexa e co.

Senza dubbio dei prodotti interessanti!

Eccovi i prodotti VOCOlinc di cui vi ho parlato:

Le eccentriche Nanoleaf

Se volete arredare con le luci, dovete prendere in considerazione i fantastici triangoli o quadrati luminosi (e colorati) di nanoleaf (che possono anche illuminarsi a tempo di musica con un accessorio). Anche queste ok con Siri, Alexa e co.
Molto interessante anche il telecomando a 12 facce che potete usare per controllare qualsiasi luce Homekit.

Per il black friday non me le sono fatte scappare, sono uno spettacolo.

Ecco i prodotti più belli:

Umidificatori d’ambiente

VOCOlinc ve la segnalo anche per un umidificatore smart davvero molto bello e compatibile con tutti gli assistenti. Un gran bell’oggetto di arredamento che ho visto, e che voglio procurarmi prossimamente.

Ultimo aggiornamento il 24 Ottobre 2020 5:00

Televisione

AppleTV

Avendo un ecosistema Apple mi è molto utile installare una AppleTV che proietti in tv tutte le app e faccia da hub in modo da permettermi di controllare tutti i dispositivi Homekit da remoto, anche direttamente con Siri.
La versione italiana di AppleTV non include ancora Siri in italiano, ma servirebbe solo a cercare i film, quindi niente di fastidioso.

Adoro la mia Apple TV. La utilizzo soprattutto per Netflix e per qualche videogioco!

Eccovi le AppleTV su Amazon:

FireTV

La TV di Amazon basata du Android è molto valida e completa, inoltre è disponibile in tante diverse versioni Hardware. Il prodotto più interessante è Fire TV che permette di controllare completamente la TV direttamente con Alexa. Nel tempo potrei sostituire tutte le mie AppleTV…

Dispositivi con telecomando a infrarossi

Grazie al Broadlink (disponibile in tre varianti che si differenziano solo per il supporto delle radiofrequenze e un termometro) è possibile comandare con Alexa (e Google Home) un telecomando universale che controlla tutti i vostri dispositivi con telecomando (non bluetooth) in una stanza. La configurazione richiede un po’ di tempo, ma il risultato è buono. Si possono controllare TV (accensione, canali, volume…), climatizzatori (per questi ci sono prodotti dedicati ma non mi hanno soddisfatto granché), ventilatori, impianti stereo ecc… praticamente tutto quello che ha un telecomando a infrarossi.

Un prodotto tuttofare che probabilmente vi fa comodo.

Eccovi i due Broadlink:

Telecamere di sorveglianza

Netatmo Welcome

È il prodotto che mi ha convinto di più. Riconosce i volti (anche al buio) e registra su SD e sul cloud personale se necessario.
Ho sentito parlare molto bene da amici della Logitech Circle che è più compatibile e posizionabile anche in esterna, ma pur essendo un valido prodotto, non ha il riconoscimento facciale e quindi al momento l’ho scartata.

Dopo più di un anno di utilizzo, sono ancora soddisfatto delle mie Welcome.

179,79€
disponibile
13 nuovo da 179,41€
1 usato da 158,09€
Amazon.it
Spedizione gratuita
Ultimo aggiornamento il 24 Ottobre 2020 5:00

Sensori ambientali

Netatmo Weather

L’ho scelta tanto tempo fa per la ricchezza dei dati che offre nell’app, purtroppo è solo parzialmente compatibile con Alexa (non si integra ma è consultabile). Le ultime due versioni supportano anche Homekit.
Di base è composta da una base interna e un modulo esterno, ma sono disponibili anche accessori per i millimetri di pioggia e per il vento. Se volete delle previsioni del tempo affidabili e dei dati precisi, è decisamente quello che fa per voi.

139,65€
disponibile
14 nuovo da 139,65€
37 usato da 107,65€
Amazon.it
Ultimo aggiornamento il 24 Ottobre 2020 5:00

Netatmo Home coach

Una versione solo per interni del prodotto precedente. Dopo un inizio traballante, ora funziona a dovere, e offre dati sull’interno di una stanza (temperatura, umidità, CO2 e rumore). Non mi ha entusiasmato (soprattutto l’app), ma credo sia uno dei più completi sensori Homekit da interno.

107,47€
disponibile
5 nuovo da 99,00€
Amazon.it
Spedizione gratuita
Ultimo aggiornamento il 24 Ottobre 2020 5:00

Sensori di apertura e allarme

Eve Door e Aqara

Ho usato con soddisfazione entrambi i prodotti, forse il più immediato ed economico è quello di Eve (per la sua forma e il fatto che non richiede hub), ma i sensori di apertura Aqara con il loro Hub (obbligatorio ma che fa anche da sistema anti intrusione e si collega a tanti diversi sensori) sono molto interessanti e piuttosto economici.

Per monitorare la casa sono decisamente un must-have.

Musica

HomePod

Al momento ancora non in italiano, rimane il migliore smart speaker che abbia mai provato, almeno per la musica. Accetta i comandi in inglese (e non solo) ma, giustamente, non riesce a riconoscere i dispositivi con nome italiano. Per maggiori informazioni leggi l’articolo dedicato.
Si attende da tempo l’update che attiverà la lingua italiana…
Homepod non è in vendita in Italia, potete trovarlo su EBay o direttamente all’estero.

Alexa Echo

I dispositivi Echo sono un ottimo modo per avere la musica in tutta la casa con una spesa modica. Quello che suona meglio è Echo Studio che può essere associato anche a un altro Echo Studio, ma non sottovalutate gli economici Echo Dot!

Se, come me, avete scelto di usare Alexa, vi consiglio il nuovo Echo Show 10 in cucina, Echo Studio in sala e nelle altre stanze i Dot.

Ecco alcuni degli Echo disponibili:

Ultimo aggiornamento il 24 Ottobre 2020 5:00

Se non sapete quale Amazon Echo acquistare, leggete la mia guida!

Termostato e valvole termostatiche

Netatmo Termostato

L’ho preso con un po’ di diffidenza, invece si è rivelato un buon prodotto. Automatizza la gestione della temperatura per risparmiare dopo una prima fase di apprendimento automatico. Con un po’ di attenzione è possibile aumentare sensibilmente il confort in casa e risparmiare qualcosa sulla bolletta. Sono disponibili anche le relative valvole termostatiche.

Ho notato un discreto miglioramento, mi sento di consigliarvelo!

Prese smart

Koogeek

Non sono un patito delle smartplug, che sono grosse e scomode, ma utilizzo alcune ciabatte smart di Koogeek con soddisfazione. Sono controllabili da Siri e Alexa (non sono sicuro di come proceda l’integrazione con Assistente Google). Ogni singola presa può essere accesa o spenta indipendentemente, ma le USB presenti sulla ciabatta rimangono sempre attive.

Piuttosto che prendere singole smart plug vi consiglio direttamente una ciabatta.

Ultimo aggiornamento il 24 Ottobre 2020 5:00

Conclusioni

Come avrete potuto constatare, i miei consigli per la casa smart non riguardano tutto; non ho reso smart qualsiasi cosa, ma non ho neanche fatto poco! Ci sono tanti altri prodotti interessanti e tanti altri dettagli da sviscerare, ma ne parlerò in altri articoli. Se vuoi aiutarmi a sostenere questo blog Compra su Amazon seguendo i miei link!

Fonte: Amazon

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.