Apple back to school 2020

Ciao sono Giorgio Pozzi e in questo articolo vi consiglierò i migliori dispositivi Apple per gli studenti che vogliono usufruire del Back to School 2020.

Back to School 2020

Apple ha sempre fatto un po’ di sconto agli studenti e insegnanti di scuole riconosciute. Non sono sconti importanti (ormai si trovano anche prezzi migliori su Amazon) ma a questi, ogni anno, si aggiunge il Back to School: una promozione speciale per gli studenti che vogliono acquistare i suoi prodotti prima dell’inizio delle scuole.

Quest’anno la promozione è molto interessante, perché comprando un Mac o un iPad, oltre al prezzo “education”, si ha uno sconto del 20% su AppleCare+ e soprattutto un paio di AirPods.

Ma quale prodotto potrebbe essere il più adatto a uno studente?
(in fondo all’articolo il link per la campagna Back to School)

I miei consigli

Probabilmente il computer giusto deve essere portatile in modo da poter essere sempre al fianco dello studente dove ne ha bisogno, sia a casa che in aula. Un iPad è una soluzione davvero valida, ma per alcuni potrebbe non bastare per l’assenza di software usati durante lo studio che quindi dovrebbero scegliere un MacBook. Per un confronto iPad Pro – MacBook leggi qui. Ma vediamo più in dettaglio le opzioni disponibili.

Premessa sugli aggiornamenti

Comprare questa estate prodotti Apple significa acquistare tablet prima del prossimo rinnovo autunnale (probabile almeno per tutta la linea non Pro) e Mac prima del passaggio ad ARM. Se per i Mac potrebbe anche essere meglio sul breve periodo (sembra che i Mac ARM non eseguiranno Windows – spesso utile in ambito accademico – con lo prestazioni che hanno i modelli attuali), per i tablet significa che entro qualche mese non avrete più l’ultimo modello. Apple vi riempie di omaggi, però tenetelo in considerazione.

iPad Air

iPad Air

Potente ma ragionevolmente economico, con uno schermo dalle dimensioni comode ma non troppo piccolo. Con una batteria che tiene la giornata (dipende dall’uso ovviamente). Supporta una Smart Keyboard (cover con tastiera) che aiuta se prendete appunti, e anche Apple Pencil se dovete disegnare o scrivere a mano libera su qualche app dedicata. Supporta praticamente tutti i pacchetti commerciali più blasonati, ma non il software libero. Può essere collegato tramite adattatore a un proiettore per le slide. Ha senso valutare l’opzione Cellular per essere sempre connessi senza stressare iPhone con l’hotspot personale.

iPad Pro

iPad Pro

Estremamente potente, con uno schermo in due dimensioni, senza cornici e con face ID. Ha una batteria che tiene la giornata (dipende dall’uso ovviamente). Supporta la Magic Keyboard (cover con tastiera e trackpad) che lo trasforma in una sorta di portatile e aiuta se prendete appunti, e anche Apple Pencil se dovete disegnare o scrivere a mano libera su qualche app dedicata. Supporta praticamente tutti i pacchetti commerciali più blasonati, ma non il software libero. Può essere collegato tramite adattatore a un proiettore per le slide. Ha senso valutare l’opzione Cellular per essere sempre connessi senza stressare iPhone con l’hotspot personale.

MacBook Air

MacBook Air scegliere un MacPortatile sottilissimo con una ottima batteria e valido per un uso basilare come navigazione, contenuti multimediali, appunti e dispense. Meno per le applicazioni, soprattutto se impegnano molto il processore che tende a surriscaldarsi e rallentare. Può fare al caso vostro solo se non intendete metterlo a macinare coi programmi. In teoria supporta praticamente tutti i pacchetti software più famosi e il software libero, ma occhio alla pesantezza sul processore. Può eventualmente far funzionare Windows nativo, poco consigliata la virtualizzazione.

 

MacBook Pro

MacBook Pro 13 scegliere un MacPortatile potente con una discreta batteria. Sovradimensionato per tanti studi e molto valido in ambito produttivo anche con i software più impegnativi. Il modello da 16 pollici sfodera una potenza davvero notevole (e in certe configurazioni esagerata). Supporta praticamente tutti i pacchetti software più famosi e il software libero. Può agevolmente far funzionare Windows sia nativo che virtualizzato.

MacBook Pro 16 scegliere un MacAltre considerazioni

In questa carrellata di prodotti non ho considerato i Mac da scrivania per i motivi sopracitati. Se per l’occasione volete dotarvi anche di un Mac a casa da affiancare a un iPad o MacBook, vi sconsiglio di acquistare un iMac al momento, perché veramente datato. Se proprio volete comprarlo puntate su un modello con SSD. Credo che sarebbe una opzione più interessante un Mac Mini di ultima generazione.
Aggiornamento: iMac e iMac Pro sono stati aggiornati e sono quindi una valida opzione insieme a Mac Mini.

Mac Mini scegliere un Mac

 

iMac 2020

 

Non ho proposto iPad da 10,2 pollici perché anche se costa poco ha un processore di tre anni fa e quindi credo valga la pena, soprattutto grazie alle promo riservate agli studenti, di puntare sull’Air (che garantisce più potenza e più aggiornamenti futuri), tuttavia anche iPad 10,2 non è da scartare a priori, solo non ve lo consiglio.

iPad

Non ho proposto un iPad mini perché è davvero piccolo per prendere appunti, lo vedo molto meglio in altri contesti.

iPad mini

Conclusioni

Il Back to School 2020 è una ottima occasione per rinnovare il proprio hardware o approdare in Apple per la prima volta, non sottovalutate comunque le promozioni che sono ciclicamente presenti su Amazon.

Per comprare con l’opzione Back to School devi partire da questo link, e verificare la tua iscrizione.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.