come controllare e ottimizzare il wifi su Mac

Ciao sono Giorgio Pozzi e in questa guida ti spiegherò come controllare e ottimizzare il WiFi su Mac.

La rete senza fili è una bella comodità, ma possono presentarsi tanti inconvenienti che, se non risolti, potrebbero farvi rimpiangere il cavo ethernet. Per ottimizzare la rete senza fili di casa vostra o del vostro ufficio, potete ricorrere ad alcuni strumenti che sono integrati in macOS e, se ancora non basta, a programmi di terzi facilmente individuabili sul Mac App Store.

Una questione di qualità e posizione

Innanzi tutto procuratevi un buon router.
Se avete una casa grande non potete pensare di avere buone prestazioni con un hardware scadente.
Poi posizionate correttamente il vostro router:
in alto, verso il centro dell’area che si vuole coprire, possibilmente lontano da altri apparecchi elettronici e in una posizione in cui non sia coperto da superfici metalliche o dietro muri molto spessi. Questo migliorerà molto le cose. Per case grandi vi consiglio una rete mesh, dove vari dispositivi posizionati in modo strategico, coprono tutta l’area necessaria in modo automatico.

Vi consiglio alcuni router molto validi:

Questi invece sono ottimi router per reti mesh:

Informazioni aggiuntive nel menu WiFi

Se il giusto posizionamento non basta e incappate in strani problemi, potete andare alla ricerca di altri dati che vi aiutino a capire cosa non va. Fin dai tempi del Mac OS X 10.8 e fino a macOS 10.15 Catalina (con macOS 11 le cose potrebbero cambiare), potete monitorare la vostra connessione in modo più preciso, tenendo premuto “alt” mentre cliccate sul modulo del WiFi in alto a destra.

Dalla schermata che appare nel menu a tendina, è utile focalizzarsi su RSSI e indice MCS.
Il primo ci indica la potenza del segnale (dati negativi, più il valore è vicino a zero e più la connessione è ok), il secondo, se è molto basso, può indicare la presenza di interferenze. Può esserci utile anche Modalità PHY, che ci dice in sostanza lo standard della connessione utilizzata.

Con questi dati potete decidere le modifiche da fare alla configurazione del vostro WiFi e testarle subito dopo.

Diagnosi Wireless

diagnosi wireless

Per avere un aiuto dal sistema operativo, potete provare ad avviare Diagnosi Wireless (cercatela con Spotlight), che studierà la rete e vi restituirà qualche consiglio per migliorare le cose, oltre a segnalarvi eventuali problemi. Se anche questo non vi soddisfa appieno, potrebbe esservi utile anche un’app che vi mostri le reti presenti in zona, la loro potenza e la frequenza occupata.

WiFi Explorer

wifi explorer

Un programma che potrebbe fare al caso vostro è WiFi Explorer (costa una ventina di euro sul Mac App Store). In una singola schermata potrete vedere meglio le caratteristiche delle altre reti vicine alla vostra e risolvere eventuali sovrapposizioni.

NetSpot

netspot

Per studiare invece la copertura della rete in grandissimi spazi (quindi nella maggior parte dei casi non sto parlando di un appartamento), potete anche scaricare NetSpot e NetSpot Wi-Fi Reporter (anche questi in vendita su Mac App Store) che vi permetteranno un controllo ulteriore. Potrete infatti mappare il segnale nello spazio che volete coprire, creando una piantina. Potrete fare rilevazioni in punti chiave della struttura per vedere se ci sono aree meno coperte dal vostro segnale in cui potrebbe essere utile un ripetitore, quali altre reti vi si sovrappongono e su quali canali.

Tuttavia questi ultimi due software non dovrebbero servirvi a livello di utente privato, servono per aziende, alberghi, grandi superfici. In casa una rete mesh dovrebbe essere in grado di risolvere le problematiche di copertura ed è quindi un investimento migliore.

Conclusioni

Abbiamo visto come controllare e ottimizzare il WiFi su Mac. Seguendo le regole più generali sul corretto posizionamento del router, con i nuovi tipi di reti, e con tutte queste app e questi dati a disposizione, dovreste essere in grado di risolvere ogni problema della vostra rete senza fili.

Fonti: Apple Apple Apple Amazon

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.