Lancio Starlink meno riflettenti

Ciao sono Giorgio Pozzi e in questo articolo ti parlerò degli Starlink poco riflettenti che stanno per partire grazie al Falcon 9 di SpaceX.

Un lancio imminente

A Cape Canaveral non ci si riposa molto, a breve tempo dal lancio della Crew Dragon, sta per partire un nuovo Falcon 9 carico di satelliti Starlink poco riflettenti.
Questo è l’ottavo lancio di satelliti Starlink per SpaceX, e il quinto lancio per il Falcon 9.

Provando a diminuire il riflesso

Ma soprattutto sarà il primo con i satelliti che cercando di disturbare meno gli astronomi due soluzioni:

  • una specie di visiera mobile meno riflettente chiamata VisorSat (solo su un modello);
  • delle strategie specifiche di rotazione e posizionamento dei pannelli di ogni satellite per diminuire il riflesso.

Tutte soluzioni sperimentali che si spera possano portare a risultati importanti, viste le giuste polemiche che hanno seguito il lancio dei primi satelliti.

Il volo

Il Falcon 9 partirà dallo Space Launch Complex 40 di Cape Canaveral, porterà i satelliti in orbita e tornerà sulla terra, atterrando sulla piattaforma galleggiante “Just read the Instruction” visto che “Of course I still love you” è appena rientrata in porto carica del Falcon 9 che ha portato in orbita gli astronauti della Crew Dragon.
I satelliti, dopo il lancio si sposteranno autonomamente nella giusta configurazione e orbita.

Quando

Il lancio è programmato per stanotte, verso le 3 il 3 giugno 2020. Per ora il meteo sembra promettere bene, ma se dovesse andare male c’è già un’altra finestra possibile il 5.

Per seguire il lancio, oltre al player in cima alla pagina, ai canali NASA e SpaceX potete anche seguire Adrian Fartade sul suo canale Twitch che è davvero in gamba (Se mi seguite su Twitter avete sicuramente già visto alcuni suoi post su YouTube).

Aggiornamento 7 agosto 2020: Sono stati lanciati altri 57 satelliti con le visiere parasole orientabili che hanno funzionato sul satellite sperimentale. Se tutto andrà bene verrà confermato che questi satelliti non disturbano gli astronomi e si potrà proseguire coi lanci mettendo fine alle polemiche.

Aggiornamento 17 agosto 2020: Sono arrivati i primi benchmark non ufficiali della connessione satellitare Starlink. Si va dai 30 Mbps ai 60 Mbps in download, non male visto che sono solo i primi test con pochissimi satelliti in orbita!

Aggiornamento 19 agosto 2020: Sono stati lanciati altri 57 satelliti. Anche questi con visiera parasole. Proseguono i lavori per portare internet satellitare in tutto il mondo.

Fonte: HWUpgrade HDBlog

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.