Gli Emirati Arabi Uniti verso Marte il primo lancio

Ciao sono Giorgio Pozzi e in questo articolo ti parlerò della partenza degli Emirati Arabi Uniti verso Marte.

Oggi 14 luglio 2020, è previsto il primo dei tre lanci organizzati dalla UAE Space Agency (l’Agenzia Spaziale degli Emirati Arabi Uniti) verso Marte. In soli sei anni, la monarchia emiratense ha messo in piedi un ambizioso piano di esplorazione del pianeta rosso per partecipare a quella che ormai possiamo definire una vera e propria corsa alla conquista di Marte di questa estate.

Una distanza insolita

Ogni due anni, Marte e la Terra si riavvicinano, ma quest’anno, nello specifico il 6 ottobre, il pianeta rosso si troverà a una distanza straordinariamente piccola dalla Terra. Bisognerà aspettare il 2035 per essere di nuovo così vicini.

La particolare vicinanza di quest’anno, ha portato alla pianificazione di un numero straordinario di missioni verso il pianeta rosso. Partirà entro fine mese il rover Perseverance della NASA, e poco dopo sarà lanciata la sonda cinese Tiawen-1. La missione europea ExoMars, ha invece deciso di rimandare la partenza a causa della pandemia di COVID-19.

La prima missione

Amal-UAE-mission

Il lancio di oggi avverrà presso lo spazioporto giapponese situato sull’isola di Tanegashima, e spingerà la prima sonda (chiamata Amal ovvero “Speranza”) verso l’orbita marziana per studiarne l’atmosfera grazie ai seguenti sensori:

  • una fotocamera digitale ad alta risoluzione (Exi), che misurerà le proprietà fisico-chimiche di acqua, ghiaccio e i livelli di ozono atmosferico;
  • uno spettrometro a infrarossi (Emirs), che misurerà l’andamento della temperatura e la presenza di ghiaccio, vapore acqueo e polvere;
  • uno spettrometro a ultravioletti (Emus), che verificherà la presenza di ossigeno e idrogeno nell’alta atmosfera.

L’obiettivo è raggiungere Marte, percorrendo circa mezzo miliardo di chilometri in sette mesi, e ottenere dati rilevanti entro la fine del 2021, quando si festeggerà il cinquantenario della nazione mediorientale.

La spedizione è stata progettata e sviluppata al Mohammed Bin Rashid Space Center di Dubai in collaborazione con il Giappone e gli USA, ed evidenzia il desiderio della monarchia di rimettere in discussione il suo ruolo all’interno della politica mondiale. L’esplorazione spaziale sta diventando sempre più importante in tutto il mondo.

Per seguire in diretta il lancio di Amal (alle 22.51 italiane) che porterà gli Emirati Arabi Uniti verso Marte, potete visitare il sito ufficiale della UAE Space Agency e su YouTube (vedi sotto).

Aggiornamento: Il lancio è stato rinviato (per maltempo) al 16 luglio alle 22:43 ora italiana.

Aggiornamento: il lancio è avvenuto con successo. Buon viaggio verso Marte!

Fonti: Le Scienze Scienze Notizie Lega Nerd Techno Android Wired

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.