Tutto quello che dovete sapere su AirPods

airpods

Gli AirPods sono gli auricolari senza fili (con microfono) che Apple ha lanciato l’autunno scorso contestualmente a iPhone 7. Ve ne parlo perché li ho acquistati recentemente e mi stanno entusiasmando per la qualità dell’audio e per la loro estrema comodità.

CARATTERISTICHE

Hanno praticamente la stessa forma e lo stesso colore delle EarPods contenute in tutte le confezioni di iPhone (ma appunto senza il cavetto bianco e con una scatolina dove riporle quando non si usano) quindi potrete valutare facilmente se vi stanno comode o meno prima di acquistarle.
Ogni auricolare pesa appena 4 grammi, mentre la custodia pesa 38 grammi. La confezione con gli auricolari è appena percepibile in tasca, mentre gli auricolari alle orecchie si dimenticano e non cascano neanche scuotendo la testa (almeno nel mio caso).

AUTONOMIA E RICARICA

Nonostante le dimensioni e il peso ridotti, l’autonomia delle AirPods è ottima: 5 ore di ascolto (2 di conversazione) senza riporle nella custodia. La custodia è una batteria portatile in grado di estendere l’autonomia degli auricolari fino a 24 ore di ascolto (11 di conversazione). Se avete fretta 15 minuti di ricarica nella custodia danno 3 ore di ascolto, quindi se venite sopresi senza batteria (ma è davvero difficile) potrete tornare ad ascoltare la vostra musica in pochi minuti. La confezione è dotata di una porta lightning e quindi va ricaricata con un cavo usb-lightning (lo stesso di iPhone e iPad) in dotazione.

ABBINAMENTO ISTANTANEO

Per procedere all’abbinamento a un prodotto iOS (10.2 o superiore) supportato (iPhone 5, iPad mini 2, iPad Air, iPod touch 6 o superiori) è sufficiente aprire la custodia di ricarica entro un paio di centimetri dal dispositivo. Sullo schermo apparirà una schermata dedicata con il tasto “Collega”. Tutto qui.
Attenzione: AppleTV non è al momento compatibile, ma lo sarà dopo l’estate, grazie a un aggiornamento gratuito. Su Mac scegliete le AirPods direttamente nell’icona di Airplay su iTunes o nell’uscita audio delle Preferenze di Sistema.

COMPATIBILITÀ BLUETOOTH

Le AirPods possono essere collegate a tutti i dispositivi che supportano lo standard Blouetooth con la consueta procedura di abbinamento. Se il dispositivo che state utilizzando non è pienamente supportato, perderete alcune funzioni avanzate ottenibili grazie all’integrazione con i servizi di Apple (ad esempio Siri).

CONDIVISE TRA TUTTI I DISPOSITIVI

Una volta che le AirPods sono state abbinate a un dispositivo Apple aggiornato, diventano disponibili per tutti i dispositivi con lo stesso Apple ID, apparendo nell’elenco dei dispositivi AirPlay alla stregua di qualsiasi altoparlante Airplay (ma con icona personalizzata).
Il raggio d’azione delle cuffie è quello dello standard bluetooth, nella mia esperienza pratica una decina di metri in presenza di ostacoli e interferenze; in casa mi posso muovere senza problemi se ho lasciato il mio iPhone in una posizione abbastanza centrale.
Entrambi gli auricolari integrano un microfono in grado di escludere automaticamente i rumori di fondo durante una telefonata.

CONTROLLI

Una volta che le cuffie sono abbinate, possono essere controllate con pochi e semplici comandi:
Togliendo un auricolare la riproduzione si metterà in pausa.
Togliendoli entrambi la riproduzione si fermerà completamente.
Un doppio tap su uno degli auricolari sveglierà Siri che sarà subito pronta a prendere ordini tramite il microfono integrato in entrambi gli auricolari.

SIRI

Grazie a Siri potremo accedere a tutte le funzioni di iPhone e controllare anche la riproduzione dei brani.
L’uso di Apple Watch (con watchOS 3 o superiore) in abbinata a questi auricolari, rende possibile l’accesso ad altri comandi senza chiamare Siri e senza ritornare al telefono, una bella comodità! 
(Vi chiedete ancora A cosa serve Apple Watch?)
Con iOS 11 (disponibile dopo l’estate) sarà possibile configurare anche il singolo tap su ogni auricolare (anche con effetti differenti) in modo da rendere ancora meno necessario il ricorso a iPhone o AppleWatch.
È comunque possibile configurare i comandi e i microfoni a seconda delle proprie esigenze in Impostazioni/Bluetooth/AirPods.

PER RITROVARLE

Viste le piccole dimensioni di entrambi gli auricolari, Apple ha integrato in “Trova il mio iPhone” anche una funzione che potremmo chiamare “Trova i miei AirPods”. Se sono persi da qualche parte nel raggio d’azione di iPhone (o di un altro dispositivo con lo stesso AppleID), sarà infatti possibile rintracciarli e farli suonare in modo da facilitarne il recupero. Se invece non sono connessi, si potrà vedere sulla mappa dov’erano subito prima di disconnettersi e si potrà ricevere una notifica nel caso si ricolleghino rientrando nel raggio d’azione del telefono.
Se dovesse capitare di perdere uno degli auricolari ci si può rivolgere ad Apple per riacquistarlo. Non sono però disponibili online ulteriori dettagli in merito.

RIPRISTINO

Se si dovessero riscontrare problemi è possibile ripristinare le AirPods grazie al pulsante posto nel lato posteriore della custodia. È sufficiente tenerlo premuto 15 secondi per ripristinare le cuffie che andranno poi in seguito abbinate nuovamente al vostro dispositivo. Questa operazione è stata consigliata in passato per risolvere un bug che causava in certi casi un consumo eccessivo degli auricolari.

PULIZIA

Per la pulizia, Apple consiglia di utilizzare un panno umido che non lascia pelucchi. È importante non spruzzare prodotti direttamente sul dispositivo e non utilizzare prodotti aggressivi che potrebbero macchiare o danneggiare l’involucro e il dispositivo.

CONCLUSIONI

Nonostante il prezzo elevato (che comunque rispetto ai prezzi degli auricolari senza fili più blasonati è sicuramente MOLTO interessante) vi consiglio di acquistarle, soprattutto se avete un iPhone recente.

2 thoughts on “Tutto quello che dovete sapere su AirPods

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.