Una volta era un sogno pagare comodamente il parcheggio. Qui a Bologna le righe blu sono quasi ovunque, e sono una vera scomodità. I cittadini devono girare con le monete per pagare a ogni sosta. Prima si posteggia, poi si trova la macchinetta più vicina (in certe zone per niente comoda), si fa una stima della durata della sosta (a volte è proprio dura), si paga con le monete e si porta il bigliettino in auto con l’appunto mentale di non tardare. A volte la sosta è più breve del previsto, altre volte si arriva tardi… il mondo non era già abbastanza complicato?

L'icona baffuta dell'app MyCiceroPer fortuna ci viene incontro MyCicero, un sito e una app che ci permettono di pagare il parcheggio delle “righe blu” direttamente dallo smartphone solo per l’effettiva durata della sosta. Il servizio, al momento, è attivo a Bologna, Roma, Milano, Torino, Ancona, Ascolti Piceno, Capalbio, Catanzaro, Cervia, Cesena, cesenatico, Ciampino, Cosenza, Fiorenzuola D’Arda, Forlì, Gallarate, Gatteo Mare, Latina, Lavagna, Lavis, Levico Terme, Lucca, Merano, Olbia, Orvieto, Palù del Fersina, Pavia, Penne, Pergine Valsugana, Pesaro, Pollica, Ravenna, Reggio Calabria, Rieti, Riva del Garda, Rovereto, Salerno, Sarsina, Senigallia, Taranto, Terni, Trento, Trevignano Romano, Vercelli, Verona. Il servizio sosta parcheggi turistici è attivo a Saba.

Stiamo aspettando che attivino anche il pagamento del bus, del treno e della metro (già annunciati da tempo), ma questa è un’altra storia.

Come funziona?

Semplice:

  1. Ci si registra sul sito (anche sul cellulare) e si inserisce i dati personali, il metodo di pagamento, e la targa delle proprie automobili. Il servizio inoltrerà alla vostra email un foglio da stampare, ritagliare e mettere in mostra in auto, nella tasca dell’assicurazione attaccata al parabrezza (a Bologna non è necessario).
  2. Si scarica l’app per iOS o per Android o, udite udite, WindowsPhone.
  3. Ricaricate il vostro credito MyCicero accedendo al sito o all’app e visitando “I miei conti”. È possibile prelevare da carta di credito, PagoOnline di Unicredit, PayPal, Bemoov, SisalPay e SatisPay. Il taglio minimo della ricarica è di 5€. Con questo credito potrete pagare la sosta. L’operazione di ricarica è semplice e veloce e può essere fatta all’ultimo momento.
  4. Quando avete la necessità di sostare sulle righe blu, invece di andare alle macchinette aprite l’app e andate su “Sosta e ZTL”, poi su “Sosta strisce bluscegliete il costo orario delle strisce in quella zona (in teoria il sistema è in grado di rilevarlo ma per esperienza  vi consiglio di guardare i cartelli), vi troverete già selezionata la targa principale che avete inserito nel sito in precedenza (cambiatela se siete con un’altra auto), specificate quanto volete restare fermi e confermate.
  5. Quando tornate alla macchina riaprite l’app, nella sezione “Sosta e ZTL” un indicatore segnalerà la sosta in corso. Cliccate su Termina e la sosta si interromperà. Pagherete solo fino a quel momento, il resto della somma impegnata all’inizio tornerà nel credito di MyCicero per la volta successiva.

Nota: è anche possibile prorogare la sosta con l’apposito tasto nell’indicatore di sosta, però non è possibile sforare il proprio credito MyCicero, quindi prima potrebbe essere necessario fare una nuova ricarica.
Nota 2: tutto è fattibile anche dal sito, ma se lo fate per voi stessi chiaramente userete l’app.

Costo del servizio:

La registrazione è gratuita, il servizio costa 6 centesimi di € ogni mezz’ora di sosta effettiva.
(una cifra ben al di sotto di quanto si spende per stare nel sicuro pagando alle macchinette)

Io lo uso sempre, spero di esservi stato utile!